Ti è mai capitato di riuscire di cogliere la personalità di una persona già dopo pochi minuti che la conosci?

Uno studio di psicologia sociale condotto dallo psicologo e ricercatore Alex Todorov presso la Princepton University in New Jersey ha rilevato che per le persone è molto importante la prima impressione: all’incontro di una persona che non abbiamo mai visto prima, il nostro cervello decide in un decimo di secondo se è attraente e affidabile. Successivamente assumiamo inconsapevolmente, un atteggiamento che ci porta a raccogliere solo informazioni che confermino la nostra prima impressione. Ne consegue quindi che alcuni esseri umani risultano più affidabili di altri in un batter di ciglia.

I risultati di questa ricerca, toccano da vicino i professionisti della salute: fare una buona prima impressione è fondamentale, è uno degli elementi che contribuiscono alla fidelizzazione dei pazienti. L’aspetto negativo è che non c’è mai una seconda occasione per rimediare ad eventuali errori di conseguenza alla perdita di pazienti.

Jay Geier da anni si occupa di formazione manageriale del personale sanitario attraverso lo Scheduling Institute di Atlanta (USA) e illustra tre aspetti su cui lavorare per realizzare un’ottima prima impressione:

1) L’area reception rappresenta il portale di accesso allo studio per cui si consiglia di:

– optare per un colore tenue o pastello delle pareti sempre rinnovato;

– evitare che ci siano odori sgradevoli (utilizza gli spandi profumo);

– offrire bevande calde o fredde ai pazienti in sala d’attesa;

– fare in modo che la zona sia sempre luminosa, possibilmente con luce naturale;

– curare la comunicazione cartacea con poster e locandine in modo da indirizzare l’attenzione dei pazienti verso il proprio lavoro;

– e controllare ogni giorno che le riviste siano recenti e in buono stato.

2) L’immagine della figura medica contribuisce alla creazione della fiducia da parte del paziente. Lavorare a 10 cm dal viso del paziente, secondo le regole della prossemica richiede: una meticolosa cura dell’ igiene personale, trucco moderato, barba e capelli molto curati e il camice pulito, privo di macchie indelebili dei materiali da impronta o di ipoclorito.

3) Anche lo staff  riflette la tua immagine quindi assicurati che trasmetta positività: dalla cura personale alla capacità di accogliere i clienti in maniera soddisfacente.

Non dimenticare che hai solo un decimo di secondo a disposizione per poter fare “bella figura”!

Richiedi la tua Consulenza Gratuita!

Oppure compila il form

Autorizzazione al trattamento dei miei dati personali secondo quanto previsto dal nuovo Regolamento GDPR 679/16.

Accetto
Acconsento all'utilizzo dei Dati Personali

Accetto
Acconsento all'utilizzo dei Dati Personali per finalità di Marketing