Nella gestione del tuo Studio, quante volte hai pensato che il tuo staff non ti segue come vorresti?

Ti è mai capitato di avere collaboratori che eseguono solo una parte dei compiti richiesti o che spesso non abbiano spirito di iniziativa, ovvero sono sempre alla ricerca continua di una tua conferma prima di iniziare qualsiasi lavoro? Quante volte hai pensato di cambiare le tue risorse perché non ne sei soddisfatto?

Sappiamo che, sia tu che il tuo team, siete soggetti ogni giorno a innumerevoli pressioni nella sfera privata e lavorativa: per esempio relazionarsi con pazienti molto esigenti, fissare gli appuntamenti, gestire eventuali lamentele ecc.

Tali pressioni, aggiunti a tuoi ammonimenti, possono innescare nei tuoi collaboratori meccanismi che portano loro a perdere l’entusiasmo nel proprio lavoro a costruire un’immagine spesso sbagliata del titolare, ovvero come colui che nota solo ciò che va storto!

La capacità di alimentare le motivazioni è vitale per il tuo Studio, basti pensare alle numerose ricerche condotte, dalle quali emergono che l’80% dei collaboratori è scarsamente coinvolto:

4 lavoratori su 5 quindi sono fortemente insoddisfatti del proprio titolare mentre il 62% di chi si sente coinvolto lo ha valutato positivamente.

Capisci da solo che spesso l’idea di cambiare i collaboratori non è sempre la strategia migliore perché in molte situazioni è necessario lavorare nel loro livello motivazionale.

Per tale ragione ti forniamo alcuni suggerimenti che ti possono aiutare a rafforzare la motivazione del tuo team per spingerli a dare il meglio per il tuo Studio:

  1. Ascolta le esigenze del tuo staff – per sapere cosa motiva i tuoi collaboratori e cosa li rende distratti; l’ascolto non è scontato e non serve a molto se non si traduce in un’azione di rinforzo che converte i feedback ricevuti.
  2. Apprezza il loro lavoro – ritagliati un minuto per lodare i tuoi collaboratori, i tuoi apprezzamenti devono essere sinceri e soprattutto legati al comportamento lavorativo condotto.
  3. Valuta degli incentivi – Le ricompense economiche e i benefit hanno una certa importanza sul lavoro del team, gli apprezzamenti verbali da soli non sono sufficienti per motivarli pienamente.
  4. Organizza riunioni – per calibrare continuamente le tue aspettative e quelle del tuo staff.
  5. Trasmetti competenza e punta sulla formazione – Il vero leader è sempre pronto a mettere a disposizione le proprie capacità spiegando e condividendo la sua conoscenza. Questo ha un duplice effetto: mostra attraverso l’esempio la via ai suoi collaboratori e lo sgrava di alcuni compiti, rendendo loro più autonomi.

E il tuo team è realmente motivato?

Richiedi la tua Consulenza Gratuita!

Oppure compila il form

Autorizzazione al trattamento dei miei dati personali secondo quanto previsto dal nuovo Regolamento GDPR 679/16.

Accetto
Acconsento all'utilizzo dei Dati Personali

Accetto
Acconsento all'utilizzo dei Dati Personali per finalità di Marketing